Epistula ex Ponto

Dalla finestra della camera vedo uno scorcio del Piazzale della borgata. Mi infastidisce fissare sempre le stesse cose al loro ordine: la casa dei minatori, delle felci abnormi, il canalino di scolo stracolmo di pioggia, due sassi traslucidi che rigettano l'acqua. La pioggia battente esaspera la sensazione di noia. Se fossi un dio, scuoterei quell'angolo …

Leggi tutto Epistula ex Ponto

In interiore homine stat veritas

Che cosa è dunque il tempo? Se nessuno me ne chiede, lo so bene: ma se volessi darne spiegazione a chi me ne chiede, non lo so.Agostino di Ippona Torno nel blog dopo settimane o mesi di latitanza. WordPress mi accoglie con la consueta schermata delle statistiche delle visite virtuali a Vita a Lou Donn, …

Leggi tutto In interiore homine stat veritas

Lontani dal Donn – parte I

Premesse teoriche Le vacanze dei Loudonniani si contraddistinguono per poche ma invitte caratteristiche: Esiguità temporale: impossibile lasciare la casa sguarnita dalla presenza umana per più di due o tre giorni. Non è la psicosi estiva dei furti in villa a frenarci, bensì la colonia felina domestica che pretende crocchette mattutine. I disastri combinati dai gatti, …

Leggi tutto Lontani dal Donn – parte I

I palestriti di Lou Donn

L'altro giorno Francesco, suggestionato dai racconti di ***, amichetto della scuola materna, si è messo a correre su e giù per la casa, saltando, bofonchiando e battendosi il petto come un antico spartiate in procinto di andar ad accoppare un centinaio di Messeni a mani nude. "Io e *** giochiamo alla lotta, all'asilo", dice Franci. …

Leggi tutto I palestriti di Lou Donn

Sapori rinascimentali

Distopia Tra il paese in cui sono nato io, in provincia di Mantova, e quello in cui è cresciuta Elena, vicino a Brescia, ci sono 40 km di distanza. Una sciocchezza. Eppure ci piace punzecchiarci a vicenda per le piccole differenze nel modo di parlare oppure per le abitudini culinarie. Cose così, innocenti. A me …

Leggi tutto Sapori rinascimentali

Poncho e il suo capo – Seconda parte

Ma che fare quando la consegna eccede la solita dimensione del pacchetto di libri? Quando, ad esempio, si tratta di far arrivare fino a casa un elettrodomestico? Solitamente l'acquisto di beni di grandi dimensioni è subordinato all'arrivo da Mantova del nostro uomo di fiducia e fatica, ossia mio papà. Perché, sì, trenta o quaranta chili …

Leggi tutto Poncho e il suo capo – Seconda parte

Poncho e il suo capo

Lou Donn non piace a postini e corrieri vari. La strada è stretta per i furgoni, senza dubbio. Ma sono pochi i corrieri che possono dire di conoscerla, giacché la maggior parte di loro si ferma molto prima, alla strettoia in borgata Vivian, o, addirittura, a quella specie di sottopassaggio con annessa curva a gomito …

Leggi tutto Poncho e il suo capo

Wake up alone

Oggi è finita l'estate a Lou Donn. A Lou Donn ci sono solo due stagioni, la cui durata è variabile ed imprevedibile. L'inverno artico del Donn inizia quando Maria e Paolo, i nostri vicini, se ne vanno, consegnandoci le chiavi della loro cassetta della posta e, idealmente, affidandoci l'esclusivo controllo della borgata. La loro partenza …

Leggi tutto Wake up alone

La grande avventura

"Scusi, ma non passa più il pullman per Perrero?" chiese l'uomo, con un fare drammatico e convulso. L'autista del Ducato blu, sporgendosi al finestrino di poco abbassato, fece intendere di non aver compreso le sue parole, roteando la mano in fianco all'orecchio; poi, dopo aver innestato le quattro frecce, scese dal mezzo, che apparentemente occupava …

Leggi tutto La grande avventura

Je suis accusé

Difensio petita Negli ultimi giorni, per merito di Uncem e del suo presidente Marco Bussone - che ringraziamo di cuore - la storia di noi di Lou Donn è diventata pubblica; o meglio, la storia di Enea, che lo scorso 2 settembre è venuto al mondo e, dopo qualche giorno d'ospedale, ha iniziato a far sentire i vagiti di …

Leggi tutto Je suis accusé