Nuto

Che Dio stramaledica / chi ci ha tradito / lasciandoci sul Don / e poi è fuggito. Pietà l'è morta, Nuto Revelli Dal Don al Donn Quando ero bambino, a casa dei miei nonni i quotidiani non mancavano mai: il Corriere, il Giorno, l'Avanti; mischiati a questi, plichi di riviste e rotocalchi femminili, che mia nonna sfogliava distrattamente. …

Leggi tutto Nuto

Rêverie di un lombrico

Sono un lombrico. Sono un piccolo, inerme, lombrico della terra. Non ho idee né niente di paragonabile a quelli che voi chiamate sentimenti. Non posso neppure affermare di avere obiettivi o finalità, tanto che la dialettica prede/predatori che vige in buona parte del creato non mi ha mai sfiorato. Sì, certo, ho schivato più volte …

Leggi tutto Rêverie di un lombrico

Le foglie morte

Difficile scrivere negli ultimi giorno. Costipazione creativa. Ti guardi intorno e di colpo Lou Donn non è altro che borgata Don, anonima frazioncina di una decine di case a meno di un chilometro dalla tangenziale. La magia invernale sembra sparita. La primavera, con i suoi colori accesi e l'odore fresco di erba tagliata, dovrebbe essere …

Leggi tutto Le foglie morte

Animali totemici

Anche i meno esperti di sciamanesimo o esoterismo sanno dell'esistenza degli animali totemici: lupi, leoni, orsi, bestie feroci, possenti e fiere che simboleggiano forza, coraggio e altre mille virtù che trasmettono ciascuna ai propri assistiti. Io ho sempre pensato che il mio animale totemico fosse il gufo: il povero rapace, simbolo universale di sventura e …

Leggi tutto Animali totemici

Un fado per l’inverno

Mica ti aspetti, il due di maggio, di avere la stufa in funzione da mezza giornata, il maglioncino di lana addosso e i gatti tutti stretti tra loro che si scaldano a più non posso. E pensare che qualche giorno fa avevamo sfiorato i trenta gradi. Invece l'inverno, con la pioggia torrenziale dei giorni scorsi, …

Leggi tutto Un fado per l’inverno

La mossa Kansas city

La mossa Kansas City è quando loro guardano a destra e tu vai a sinistra. Se avete visto Slevin, un film di una decina di anni fa, sapete cos'è la mossa Kansas city. Potremmo definirla una truffa, oppure un diversivo. Fare tutto il contrario di quello che gli altri si aspettano (più precisamente: che aspettano …

Leggi tutto La mossa Kansas city

Homo videns

Nel bosco, dopo la pioggia. Come altre volte, son bastati pochi passi sul sentiero a trascinarmi altrove. Devi solo chiudere gli occhi, annusare e fare due passi al buio. Due, perché se no inciampi in qualche sasso scivolato o fatto rovesciare dai caprioli. L'odore intenso dell'erba bagnata si dipana in mille sfumature di significato e …

Leggi tutto Homo videns

Aspettare

Aspettare. D'inverno aspettare la primavera come liberazione. In primavera aspettare l'estate. E poi l'autunno, per andare incontro all'inevitabile. Al mattino aspettare la sera, la sera aspettare la notte, per dormire e non pensarci più. Se ti svegli alle cinque e mezz perché la prima luce mattutina di colpisce gli occhi, aspettare la sveglia perché non …

Leggi tutto Aspettare

Due camosci bianchi

Se vi interessate alla montagna, alle sue tradizioni e ai suoi problemi, il blog I camosci bianchi deve per forza far parte del vostro bagaglio di letture. Ci trovate tante riflessioni e punti di vista non scontati sulle questioni più attuali che riguardano le Alpi e non solo. Sul blog scrivono Beppe e Cristiana, che, …

Leggi tutto Due camosci bianchi

La vigna di Renzo

Continuano i lavori nel nostro campetto terrazzato. Il risanamento di quell'angolo di Lou Donn ha tutta l'aria di essere la grande sfida dei prossimi mesi. Rendere quelle due strisce di terra pendente uno spazio gradevole e sicuro rappresenta un obiettivo di non poco conto. Al nostro arrivo, il campicello non era certo messo bene, visto …

Leggi tutto La vigna di Renzo