Pomeriggio in piano sequenza

La differenza tra Ottobre ed oggi. La differenza tra l'autunno incipiente e il pieno inverno è una questione di chili. Quindici chili, ad esempio: il peso di un sacco di pellet; quindici chili moltiplicati per settantadue che, ad inizio Ottobre, ho trasportato  dal piazzale della borgata alla stiva improvvisata davanti alla porta di casa. Un …

Leggi tutto Pomeriggio in piano sequenza

Simba e Pumbaa

Giornata movimentata dalla fuga di Junior. Di ritorno da una escursione ad una delle borgate fantasma che puntellano la montagna, il suddetto Junior, evidentemente offeso per le recenti rampogne dovute ai suoi sempre più frequenti disastri a quattro zampe, ha pensato bene di fare marcia indietro non appena rientrato in giardino e partirsene verso chissà …

Leggi tutto Simba e Pumbaa

Esculapio e Montale

Giornata di visite. Ci sono le visite che ti abbracciano nel corpo e quelle che ti abbracciano la mente. Con noi oggi ci sono Paola e Luca, che attendevamo da tempo, soprattutto Franci, che non aspettava altro che rivedere sua nonna. A preannunciare il loro arrivo la visione di un bel saettone, un serpente di …

Leggi tutto Esculapio e Montale

Preghiera in Novembre

C'è un esercizio mentale che mi porto dietro da quando ero ragazzino, ma che, praticamente, non ho mai smesso di fare: è la domanda "e se morissi ora?". Il giochino, infantile e narcisistico all'inizio, negli anni si è trasformato in una sorta di revisione dei conti e, talvolta, in un bilancio di previsione, personale e …

Leggi tutto Preghiera in Novembre

La bufera

Notte di bufera. Le percosse del Föhn colpivano le imposte delle finestre e sembravano penetrare dagli interstizi e perfino dai serramenti. Il vento stanotte non aveva una direzione precisa, colpiva di qua e di là: così quando credevi che la bufera avesse finalmente trovato riposo, perché le ante si facevano d'un tratto calme e silenziose, in …

Leggi tutto La bufera

Sogni di vanagloria

Con 9000 euro (tasse, parcella notarile e commissione d'agenzia incluse) si può acquistare un'abitazione qui in borgata: è malridotta, ovviamente, ed in certi ambienti è poco più che un rudere, ma il prezzo è ridicolo per un fabbricato di quelle dimensioni. Ad avere i soldi, ci diciamo, sarebbe un investimento interessante. Così vaneggiamo sull'ipotesi di …

Leggi tutto Sogni di vanagloria

Cloruro di calcio

Per noi abituati al grigio ovattato della nebbia padana, i colori della montagna autunnale sono davvero una sorpresa. Sia chiaro, cresciuto nel pallore grigiastro delle foschie, ho imparato ad amare la nebbia, con quel suo non so che di misterioso; nell'offuscare i profili delle persone, da buon misantropo, ho spesso detto grazie alla nebbia. La …

Leggi tutto Cloruro di calcio

A farewell to arms

A lungo invocata ed attesa, è scesa, benedetta da tutti, la pioggia. Una pioggerellina intermittente dapprima e poi costante durante la notte, fino alle prime luce del giorno. L'acqua ha lavato via la siccità, le pietraie sono finalmente lucide e non più imbrattate dalla polvere terrosa stantia dall'estate. Già si vedono le prime cime imbiancate. …

Leggi tutto A farewell to arms

Il gatto nelle nevi

"La casa è spaziosa, costruita e arredata secondo la tradizione di montagna; merita senz'altro di essere vista". "Ma è abitabile come prima casa?" rispondo. "Mah, se avete il gatto delle nevi, senz'altro, perché in realtà gli ultimi due chilometri sono strada sterrata privata". No, questo stralcio di conversazione telefonica non era riferito alla nostra abitazione …

Leggi tutto Il gatto nelle nevi

WhatsAlp

Soli. Cosa che in montagna, normalmente, significa pace, silenzio, tranquillità, ma che per noi significherà anche tanto altro, in primis consapevolezza di non esserci mai davvero confrontati con freddo e neve. Soli perché con le parole "ti affido il Don", l'amico Paolo mi ha salutato, con l'augurio di fronteggiare l'inverno con perseverenza. Lui e sua …

Leggi tutto WhatsAlp