Solo un raffreddore

Stasera è davvero difficile scrivere.

Se fai il bagno nel torrente gelato, poi è ovvio che ti ammali. Raffreddore, giusto ora che le temperature sono così tiepide e piacevoli. Anche Elena e Franci sono raffreddati, sebbene non si siano immersi nelle acque frizzanti del ruscello del Don.

Ciondoliamo senza costrutto, come zombie alogici e depressi, da un paio d’ore. Nessuno di noi si affaccia per aspettare il passaggio serale degli animali, che spesso a quest’ora tagliano per la borgata in direzione della montagna più profonda. Io ci ho provato due minuti ad osservare dalla finestra, ma non è spuntato neanche un topolino.

Forse anche volpi e caprioli sono influenzati e se ne stanno accoccolati l’uno addosso all’altro, col respiro affannato, a scaldarsi nelle loro tane. O magari sono stufi del solito tragitto, Don-miniera, miniera-Don, e passeggiano su e giù in qualche altro versante.

Quel che è certo è il silenzio di questa serata, interrotto solo dal gorgoglio del torrente, talmente affannoso e singhiozzante, che ho pensato che lui sì sia raffreddato.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...