La storia di Rino

C'è stato un tempo in cui Rino, più giovane, ha scalato le montagne, precedendomi di decine di metri mentre io arrancava sui sentieri. Quante discese col bob ha fatto insieme a me Rino? sprofondato nelle coperte di pile e lana dentro lo zaino, a folle velocità di ritorno da qualche escursione, riusciva perfino ad addormentarsi, …

Leggi tutto La storia di Rino

Con l’acqua alla gola

Con l'acqua alla gola non puoi far altro che pensare alla prossima boccata, al prossimo movimento. Non c'è progettualità, non c'è futuro. Guardi il passo seguente e, già, sembra una prospettiva. La comodità è prevedibilità. Avere tutto sotto controllo consente di guardare oltre. Il futuro esiste solo potendolo plasmare secondo le proprie aspettative. Ecco perché …

Leggi tutto Con l’acqua alla gola

La fortezza Bastiani

Si aspetta un giorno, un inverno, una vita. Piccoli Giovanni Drogo che osservano l'orizzonte fatto di montagne, alberi stroncati dal freddo e strade spugnose. La neve commuta i tratti della frontiera. Si scruta e si aspetta. La fortezza Bastiani sembra addormentata, ma dentro brulica di lavori e preparativi, come certi formicai che sembrano abbandonati, ma …

Leggi tutto La fortezza Bastiani

E partì con un felafel in mano

Qualche settimana fa le rosse dune del Sahara sono state ricoperte di candida neve. Chissà se i beduini avranno cucinato canederli o polenta per commemorare l'evento. Questa sera, nel pieno della bufera di neve che ha investito Lou Donn, abbiamo mangiato couscous e felafel, immaginando che quella polvere fine e granulosa, anziché neve ghiacciata, fosse …

Leggi tutto E partì con un felafel in mano

Le braccia di Briareo

Uno dei gruppi di dei, semidei e mostri della mitologia classica che ho sempre preferito è quello degli ecatonchiri; forse per il nome, così complesso da pronunciare, così pieno di significato: i mostri dalle cento mani (e dalle cinquanta teste, ma questo il nome non lo dice). Non che questi mostri buffi facessero qualcosa di …

Leggi tutto Le braccia di Briareo

Repetita iuvant

Dieci cose di Lou Donn che ho già raccontato più e più volte e che si sono condensate tutte insieme in ventiquattro ore: Neve: nevica da ieri mattina; nevischio, neve, pioggia ghiacciata, neve ghiacciata, e poi di nuovo neve, granulosa, fine, batuffolosa, grassa e così via. Strada innevata: corollario inevitabile della neve; i due tornanti …

Leggi tutto Repetita iuvant

Spedizione felicità

Lui è un documentarista che ha girato il mondo in bicicletta, lei una musicista; con loro c'è Rudi, un giovane bovaro del Bernese. Comprano online un vecchio scuolabus americano, lo trasformano in un camper con gli interni in legno dal sapore bavarese (d'altronde, i due sono tedeschi) e vagano per l'America del Nord per svariati …

Leggi tutto Spedizione felicità

Napoleone

Si sa, Napoleone in Russia è stato sconfitto più dal generale inverno che non dal generale Kutuzov. L'errore di Napoleone fu quello di sottovalutare l'arrivo prematuro dell'inverno russo: prematuro per lui e i Francesi, non certo per i Russi. Ecco, novelli Bonaparte, abbiamo confidato nella mitezza di marzo, prevedendo un corto inverno, assaporando il sole …

Leggi tutto Napoleone

La veglia del lunedì sera

Immaginatevela questa borgata in una sera di cento o duecento anni fa. Una decina di casupole di pietra addossate l'una all'altra, come a braccetto: per tenersi al caldo a vicenda forse, o,  come il proletariato di Pelizza da Volpedo, per farsi forza nella propria lotta per la sopravvivenza. Dalle finestre, dietro le spesse ante in …

Leggi tutto La veglia del lunedì sera

Due lezioni dalla montagna

Ogni giorno che passa scrivere sul blog è sempre più facile. La consuetudine facilita la scrittura. Così la scaletta del post ti si fotografa nella mente, un termine speciale ti suggerisce il resto della frase, ti immagini il sorriso che potrai rubare ad un amico che ti legge a qualche centinaio di chilometri da te. …

Leggi tutto Due lezioni dalla montagna