Don’t cry for us Argentina

Le empanadillas sono una ricetta tipica di Tucumàn, provincia centrale dell’Argentina.

Non siete finiti inavvertitamente in un blog di cucina e non ho intenzione di darvi la ricetta delle empanadillas. Il fatto è che il venerdì sera è uno dei momenti sacri della settimana, in cui si può tirare il fiato dopo gli impegni feriali. Per noi questo significa soprattutto una cena lenta e saporita, che spesso prende la forma di empanadas, uno dei piatti argentini più noti: l’empanada è una specie di calzone ripieno (o di sofficino, ma meno spento nel morale e meno unto nel sapore), da mangiare bollentissima appena tolta dal forno. Ma principalmente essa è un simbolo di tregua dagli impegni, almeno nella nostra mitologia familiare.

Da quel che so in Argentina le empanadas si mangiano come antipasto, mentre noi ce ne abbuffiamo come antipasto, primo, secondo e, nella versione tucumana, come dolce. Fuori la temperatura è scesa non di poco; la pioggia è momentamente lontana, ma, come quelli che al cinema appoggiano il giubbino in bella vista sulla poltrona mentre vanno in bagno, ha lasciato l’umidità e il cielo scuro a segnalare il suo probabile ritorno. Così il tepore del forno acceso ci prospetta una serata di armonia ancora più piacevole.

Poi, solitamente, succede che Franci ha le paturnie e non vuole mangiare, Bergère corre sotto il tavolo rischiando di rovesciare le sedie con noi sopra, la cottura non è perfetta o il ripieno troppo insipido: tutto si trasforma nel consueto caravanserraglio. Ed ora c’è anche il confronto con le empanadas vere, argentine, che abbiamo assaggiato ad una empanaderia di Pinerolo (il legame tra Pinerolo e le sue valli con il Sudamerica è profondo e dura dai tempi dell’emigrazione italiana), insieme ai biscotti col dulce de leche, il tutto annaffiato da birra Quilmes prima e liquore Legui poi: un’autentica botta di argentinofilia e argentinofagia irriproducibile a casa. Ma noi ci proviamo lo stesso, con perseveranza e leggerezza, come sempre.

Empanadas_5535.jpg
Empanadas muy ricas, da Google. Le nostre non vengono così. Poi, se non saranno troppi imbarazzanti, caricherò qualche foto sulla pagina Facebook

Se proprio qualcuno fosse curioso, le empanadillas tucumanas hanno un ripieno di patata dolce, zucchero e cannella.

3 pensieri su “Don’t cry for us Argentina

  1. Pingback: Notte prima degli esami (otorinolaringoiatrici). – Vita a Lou Don

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...