Samhain

Ci eravamo ripromessi di fotografarci ogni giorno fino alla primavera, per vedere l'effetto che l'inverno avrà su di noi. Abbiamo posticipato la data di inizio del nostro "contest" ad oggi, Sahmain del calendario celtico (no, non siamo wicca né neopagani). Si tratta della festa che segna l'inizio dell'inverno, come lo intendiamo noi nella nostra esperienza …

Leggi tutto Samhain

Glühwein

Con il primo sorso di vin brulé, per quanto mi riguarda, è arrivato l'inverno. I colori dicono però che è autunno, mentre la siccità parla una lingua agostana. La primavera posso solo immaginarla dietro le corse del capriolo che, puntuale, poco prima dell'imbrunire, scende a bere al torrente, frusciando tra le foglie e infischiandosene delle …

Leggi tutto Glühwein

Notte di fuoco

Durante l'estate è capitato più volte di sentire svolazzare gli elicotteri a poca distanza da noi, sopra Villar Perosa. Era un volo frettoloso quanto indolente, vago e vivace. Ci è stato poi riferito che si trattava dei mezzi privati coi quali gli eredi della dinastia Agnelli talvolta vengono a quell'imponente buen retiro che è villa …

Leggi tutto Notte di fuoco

Running up that hill.

Oggi è forse il primo giorno freddo della stagione; il sole coperto e l'odore dolcemente acre dell'aria, che a me ricorda in modo buffo la scorza affumicaticcia della scamorza, ci tengono aggiornati sullo stato degli incendi. I caprioli, assetati, calano dalla montagna coraggiosi, appena scende il sole, ad abbeverarsi a quel rigagnolo che ormai è …

Leggi tutto Running up that hill.

Calamità innaturale

La regione Piemonte ha chiesto l'attivazione dello stato di calamità naturale a causa degli incendi che stanno imperversando. Complici la siccità e il vento forte, i focolai si propagano velocemente. La mano esperta di qualcuno, però, sta aizzando più di uno tra gli incendi innescati nelle ultime settimane. A parte il rogo gigantesco in Val …

Leggi tutto Calamità innaturale

Verso la Gran roccia. E la borgata disvelata

Stamattina ho scattato un paio di foto alla salita che porta alla miniera, la cosiddetta Gran roccia. A parte i bei colori autunnali, niente di che, tranne una curiosità che non riesco a soddisfare: che funzione avevano quegli incavi ricavati nei muri a secco? Forse un riparo per i contadini colti da un acquazzone improvviso? …

Leggi tutto Verso la Gran roccia. E la borgata disvelata

Le genti sono povere, ma le montagne sono ricche.

Gli ultimi versi di Sono una creatura di Ungaretti sono inequivocabilmente tra i più significativi della letteratura: la morte/ si sconta/ vivendo. C'è quel senso di inevitabilità del dolore, della fatica e della pena che rende la poesia così universale; è pur vero che le persone tendono a fuggire da tutto ciò, o, quantomeno, non …

Leggi tutto Le genti sono povere, ma le montagne sono ricche.

Un pauc de fotografias

Mi perdoneranno gli occitanisti se ho azzardato il titolo nella loro lingua; tanto conoscevo il provenzale dei trovatori, quanto ignoro quello moderno; ma mi sembrava un omaggio all'origine della nostra borgata, a cui prima del tramonto ho scattato qualche foto. Colgo l'occasione di ringraziare l'amico Mario che mi ha aiutato nella scelta della fototrappola (già …

Leggi tutto Un pauc de fotografias

Il cacciatore

Voglio diventare cacciatore. Fotocacciatore, in realtà. Ho intenzione di acquistare una fototrappola, non fosse altro che per scoprire se sia la stessa puzzola vendicativa a lasciarci un ricordino davanti al cancello di casa ogni notte. Qualcuno, più esperto di me, ha suggerimenti da offrirmi per un modello non professionale, ma di qualità? Cosa c'entra il …

Leggi tutto Il cacciatore